neurografica

Come una linea può cambiare la tua vita?

Come te la immagini, la linea?

Cosa ti viene in mente se ti dicessi la parola “linea”? Il dizionario ci propone la definizione della parola “linea”cosi. “Una figura geometrica continua a una direzione, definibile intuitivamente come formata dalle successive posizioni di un punto in movimento”. Quindi, ognuno ha la propria immagine della linea. Quante persone, tante immagini.

Oggi voglio farti conoscere una linea che sicuramente ti è già molto famigliare. L’avrai vista migliaia di volte nella natura. E anche sulla tua pelle, nelle crepe della legna e su un pezzo di metallo arrugginito. Hai presente quel tipo di linea che forma l’onda di mare che incontra la terra? O quando la sabbia di una spiaggia bacata dalle onde, l’orizzonte delle montagne? Una linea che non è mai uguale, cambia in base a come la guardi, e chi la guarda. Una linea unica, con il proprio carattere e identità.

Questa è la linea neurografica.

Non è una semplice linea. E’ la linea della nostra vita.

La linea neurografica è uno degli elementi dell’alfabeto grafico che Neurographica® usa per comunicare con il tuo inconscio. Ti permette di collegare le figure in un quadro completo e armonioso. E creare composizioni complesse ma facili da organizzare nella mente del subconscio. Inoltre, la linea neurografica fa un lavoro delicato. Impianta nella tua rete neurale le stesse figure che disegni su un foglio di carta. Quelle figure che crei tu con le tue mani e che rispecchiano la realtà che vorresti per te. Cosa vuoi dire questo? Se nella vita ti manca qualcosa, per esempio l’attività fisica, la puoi costruire con la linea neurografica.

La linea unica e irripetibile.

La linea neurografica è la componente principale di Neurographica® – pratica del disegno strategico. Vuol dire che senza quel tipo di linea Neurographica® non potrebbe esistere. Mentre il metodo di disegno si chiamerebbe non Neurographica® ma qualcosa tipo “disegno intuitivo” o qualcos’altro ancora. L’arte di Neurographica® si differenzia dalle altre proprio per la presenza di una linea particolare. E anche del principio di coniugazione tra le linee. Proprio grazie a loro è impossibile confondere Neurographica® con qualsiasi altra cosa. La linea neurografica e il pattern che si crea tramite il disegno è irripetibile. E’ unico per ogni persona e ogni momento.

Non è una linea spontanea.

Da ciò che ho detto sopra non vuol dire che è una linea spontanea. Non è per niente spontanea. E capirlo bene e saperlo riconoscere farà di te un vero “utilizzatore” di Neurographica®, e non un dilettante. Perché è importante capire bene la differenza? Dipende come vuoi investire il tuo tempo. Se disegni per raggiungere i tuoi obiettivi personali e professionali, e migliorare la vita, la “qualità” della linea è fondamentale. Altrimenti, se vuoi passare tempo a disegnare e colorare, puoi comprarti un libro dei Mandala e lasciar stare la linea.

Ti metti nella prima categoria? Allora ti invito a praticare la tecnica di Neurographica® al mio CORSO INTRODUTTIVO gratuito che ho creato proprio per te.

Per ottenere i risultati desiderati, è importante capire che il tuo coinvolgimento nel disegnare la linea neurografica è molto attivo. Stai creando percorsi completamente nuovi da seguire. Come un sentiero in un bosco vergine. Insieme al pennarello e alla linea, vai laddove i tuoi neuroni non hanno ancora creato i collegamenti. Ed è proprio li che trovi possibilità che non hai mai visto prima.

Se disegni la linea spontaneamente, non è più Neurographica®, ma una semplice ripetizione. E’ un semplice disegno che rafforza i tuoi modelli di pensiero e di comportamento esistenti. Non ti porta in un luogo nuovo, ma ti fa fare i giri come se fossi su un’arena.

Allora, come si disegna la linea neurografica? – mi chiederai. Senza fretta e con attenzione. Almeno, all’inizio. Gradualmente, diventerà un’abitudine, e sarai più veloce. Ciò che è importante qui non è quanto velocemente puoi disegnare. Piuttosto, quanto puoi osservare e annotare il proprio stato – i pensieri, le emozioni, e le sensazioni corporee.

Quando diciamo che Neurographica® è un linguaggio, e l’alfabeto grafico sono le lettere, il disegno neurografico diventa un testo. Ora, immagina di leggere una storia con delle frasi lunghissime che ha le stesse parole ripetute molte volte? Come ti farebbe sentire? Annoiato/a, confuso/a? Cosi anche la linea neurografica, che rappresenta un tuo pensiero, tende ad essere originale ad ogni suo tratto.

Le persone che disegnano Neurographica® sono creative in ogni momento della vita.

Come Neurographica® ti rende creativo/a? Ti insegna a pensare in modo originale, senza ripetizioni. Sfrutti il tuo potenziale nascosto ed espandi la tua consapevolezza. Metti un pennarello su un foglio di carta. Senti dove vuole andare la tua mano. Fai il movimento in una direzione leggermente diversa. Non devi rompere subito tutti gli schemi abituali. Puoi portarli gradualmente nella direzione in cui i tuoi sogni diventano realtà.

Disegnando una linea neurografica, stai creando nuovi percorsi neurali. Attraverso Neurographica® entri in un’area nascosta, aprendoci nuove porte. Se disegni una linea spontanea, è come se calpestassi una porta aperta. O anche cercare di uscire da uno stipite piuttosto che da una porta.

Superare le resistenze.

Questa metafora riguarda anche la linea neurografica. La portiamo attraverso la resistenza ai vecchi schemi. E’ un posto sicuro, in cui sei già annoiata/o, ma ancora abituata/o. Questa sicurezza e prevedibilità si rispecchia nelle linee ripetitive. Passi attraverso la resistenza a questi schemi abituali. E a volte non è facile. All’inizio ci vuole molta forza ed energia.

Provi molta resistenza sotto forma di irritazione o rabbia. Vorresti abbandonare questa “stupida” cosa che fa solo perdere tempo. E altre emozioni negative. Anche il corpo comincia a risuonare di sensazioni spiacevoli. E più ci sono problemi nascosti e inconsci nel tema che hai scelto, più forte sarà la resistenza.

Vince quello che ci crede davvero.

E’ importante attraversarle fino alla fine. Solo allora cominceranno ad apparire i risultati. Il primo passo è quello di imparare a disegnare correttamente la linea neurografica. Dopo niente sarà praticamente impossibile per te. Naturalmente, se ti impegni a fare qualcosa per raggiungere l’obiettivo, oltre a disegnare.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *